EFFETTUA UNA RICERCA


 
 

18/07/2018

ELETTROUTENSILI: L’ANDAMENTO SECONDO L’ASSOCIAZIONE DI CATEGORIA

Dopo il buio del periodo 2007/2013, nel quale la crisi ha bruciato più della metà del fatturato complessivo del comparto, l’inversione di tendenza è arrivata nel 2014; per gli utensili elettrici il 2018 si presenta infatti come il quinto anno consecutivo di recupero

Sia trattato di un insieme di deboli avvisaglie che si sono via via rafforzate nel tempo. Passo dopo passo il mercato è risalito in maniera quasi costante segnando ad ogni passaggio un “+” rispetto al precedente.

Tutto ciò non deve trarre in inganno se visto correttamente in un’ottica di lungo periodo. Infatti nonostante le indiscusse conferme positive siamo ancora lontani dai valori di mercato pre crisi.

Tuttavia se i trend permanessero gli attuali si potrebbe ipotizzare di giungere tra il 2019 ed il 2020 ad una situazione di pareggio con i numeri antecedenti il crollo del mercato.

Possono sembrare obiettivi sicuramente ambiziosi ma dietro gli stessi si colloca un enorme lavoro profuso dalle aziende del settore le quali hanno continuato ad investire in ricerca, in tecnologia ed in risorse umane anche quando gli sforzi parevano non trovare rispondenza.

Assutel - l’Associazione Nazionale delle Aziende degli Utensili Elettrici – ricorda che il 2017 si è chiuso con una crescita complessiva del mercato di poco superiore al 5%.

All’interno di questo dato vengono maggiormente premiati i prodotti più evoluti e a maggior indice tecnologico. Ne sono un esempio gli attrezzi a batteria che trovano sempre maggiore applicazione anche in ambiti precedentemente preclusi.

Nell’evoluzione degli utensili elettrici diventano determinanti e vincenti l’affidabilità, la facilità d’uso, le prestazioni e la maneggevolezza.

Apparentemente definito come un prodotto “maturo” rispetto alla sua nascita che risale a poco più di un secolo fa l’Elettroutensile è profondamente cambiato nel corso degli ultimi anni adeguandosi alla mutevolezza da un lato delle situazioni e dall’altro dell’operatore.

Se è il comparto batteria che evidenzia il maggiore trend di crescita non di meno anche l’ambito “a filo” continua a mostrare segnali positivi. Idem dicasi per il cosiddetto “semiprofessionale” cioè per i prodotti che trovano maggiore applicazione nell’area del fai-da-te.

Queste classificazioni piuttosto rigide fino a pochi anni or sono presentano oggi delle aree di confine che tendono a sovrapporsi per cui si amplia nel do it yourself il mercato di fascia proporzionalmente elevata.

A non permettere al comparto un ulteriore decollo è senza dubbio l’andamento non più fortemente negativo ma certo meno brillante di quanto si auspicherebbe di quello che può essere considerato il settore maggiormente condizionante e cioè l’edilizia.

Se per quest’area fondamentale per l’intera economia nazionale le previsioni di recupero 2018 verranno confermate l’effetto trainante si farà sentire per molte aree satelliti tra cui gli Elettroutensili.

 



ALTRI ARTICOLI E NEWS CHE POTREBBERO PIACERTI


03/04/2013

ARRIVA LA PRIMA CHIODATRICE A BATTERIA

Da DeWalt ecco DCN690M2

LEGGI L'ARTICOLO

16/11/2015

BRICO IO RIAPRE A FORNACI DI BARGA

Il vecchio punto vendita era stato distrutto da un incendio

LEGGI L'ARTICOLO

11/02/2014

USAG ANCORA SPONSOR DI DUCATI CORSE

Il logo dell'azienda, che fornirà nuovamente gli utensili ai meccanici, sarà presente anche sulla livrea delle moto che parteciperanno al Campionato Superbike

LEGGI L'ARTICOLO

25/02/2013

UN GENNAIO POSITIVO PER LE ESPORTAZIONI

Segnali positivi anche per le importazioni: +3%

LEGGI L'ARTICOLO